Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Sezioni

LM-89 Management 2013

Corsi di laure magistrale cl. LM-89 Management dei beni culturali

Classe di appartenenza LM-89: Storia dell'arte

Ordinamento 2013

Piano di studio I Requisiti di ammissione I Servizi didattici on line

Obiettivi formativi

Il corso di laurea magistrale in Management dei beni culturali, riformato nell’anno accademico 2013/14, si propone di formare laureati che, sviluppando le competenze acquisite nel triennio, raggiungano le abilità professionali necessarie per la gestione integrata dei beni e degli istituti culturali (musei, archivi, parchi archeologici e altri istituti e luoghi della cultura), in funzione della implementazione di efficaci ed efficienti politiche per la valorizzazione sociale ed economica e per la conservazione preventiva e programmata del patrimonio a scala urbanistica e in via di ordinaria amministrazione.

A tale scopo il corso di laurea propone un equilibrio funzionale tra i saperi storico-teorici e quelli applicati, superando la rigidità degli approcci didattici tradizionali e l’impermeabilità tra discipline usualmente collocate in uno spazio puramente teorico speculativo e discipline tecnico-scientifiche, onde fornire agli studenti:

- una buona formazione di base e un adeguato spettro di conoscenze in ordine alla storia e all’arte delle età antica, medievale, moderna e contemporanea, agli statuti e ai metodi delle discipline storiografiche, alla storia degli istituti culturali, alla storia e agli esiti delle tecniche per la conoscenza, la conservazione e la valorizzazione sociale ed economica del patrimonio culturale nelle sue varie componenti (patrimonio archeologico; archivistico e librario; storico-artistico; demo-etnoantropologico; del paesaggio e dell’ambiente);

- adeguate conoscenze relativamente alla legislazione, all’ordinamento amministrativo e alla gestione manageriale dei beni culturali; . buona padronanza scritta e orale di due lingue dell’Unione Europea oltre all’italiano;

- capacità di utilizzare i principali strumenti informatici e telematici negli ambiti di competenza.

Profili professionali

Si progetta di formare una figura in grado di svolgere funzioni di elevata responsabilità sia negli uffici amministrativi che negli istituti culturali dello Stato, delle regioni e degli Enti locali, con particolare riguardo a musei, biblioteche, archivi, cineteche e parchi d’interesse culturale, nonché presso aziende commerciali e non profit attive nei settori della conservazione, valorizzazione e gestione dei beni culturali.

Il Corso di studio provvede ad organizzare laboratori, stages e tirocini presso aziende ed enti pubblici e privati, per concorrere al conseguimento dei crediti richiesti per le “altre attività formative” e per gli specifici obiettivi formativi occorrenti per il previsto profilo professionale.

Requisiti per l'ammissione:

Garantisce l'accesso diretto al corso il possesso di una laurea triennale della Classe 13 (Scienze dei beni culturali) o - secondo la denominazione vigente - della Classe L-1 (Beni culturali); della Classe 39 (Scienze del turismo) o - secondo la denominazione vigente - della Classe L-15 (Scienze del Turismo); della Classe 41 (Tecnologie per la conservazione e il restauro dei Beni Culturali) o - secondo la denominazione vigente Classe L-43 (Tecnologie per la conservazione e il restauro dei Beni Culturali). Le modalità di verifica della personale preparazione sono definite opportunamente nel regolamento didattico del corso di studio.
Per coloro i quali siano in possesso di altro titolo di studio, i requisiti curriculari che devono essere posseduti per l'ammissione e le modalità di verifica della personale preparazione sono definiti opportunamente dal regolamento didattico del corso di studio.

Prova finale

La prova finale consisterà nella stesura di una tesi, avente per oggetto lo studio di uno specifico tema. In essa il laureando dovrà dimostrare piena padronanza dell'argomento prescelto, sicurezza di metodo e buone capacità critiche . Il lavoro dovrà essere corredato da un apparato bibliografico completo, aggiornato e criticamente vagliato. L'elaborato potrà essere contenuto nell'ordine di 80-100 cartelle di media densità.
Gli studenti dovranno dimostrare di conoscere almeno una lingua straniera dell'Unione Europea (preferibilmente l'inglese).

Al compimento degli studi, con l'acquisizione dei 300 crediti previsti, viene conseguita la Laurea Magistrale in Storia dell'Arte - Corso di studio in Management dei Beni Culturali (Classe LM-89).

Durata del Corso

Il Corso di studio dura due anni e per laurearsi occorre avere raggiunto un totale di 120 CFU - crediti universitari formativi.