Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Sezioni

Requisiti accesso LM-89


Art. 2 del Regolamento didattico del corso di studio LM-89
Requisiti e criteri di ammissione

Per l’accesso al Corso di laurea magistrale in Management dei beni culturali sono richiesti i seguenti requisiti: titolo di studio; requisiti curricolari; adeguatezza della personale preparazione.


a) Titolo di studio
Al corso di laurea magistrale in Management dei beni culturali possono essere ammessi coloro che hanno conseguito la laurea o il diploma universitario di durata triennale, ovvero altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo secondo quanto previsto dalla normativa vigente, aventi competenze adeguate che saranno valutate singolarmente.


b) Requisiti curricolari
Per chi è in possesso di una laurea triennale nella Classe 13 (Conservazione e gestione dei beni culturali) o - secondo la denominazione vigente - nella Classe L-1 (Conservazione e gestione dei beni culturali); di una laurea triennale nella Classe 39 (Scienze del turismo) o -secondo la denominazione vigente -nella Classe L-15(Scienze del Turismo); di una laurea triennale nella Classe 41(Conservazione e restauro dei Beni Culturali o -secondo la denominazione vigente Classe L-43 (Tecnologie per la conservazione e restauro dei Beni Culturali) conseguita presso qualsivoglia ateneo italiano, si dà per acquisita la valutazione positiva del curriculum studiorum in ordine al possesso dei requisiti curricolari, avendo all’interno le capacità di formazione delle vocazioni e competenze richieste.
Possono altresì iscriversi al corso di laurea magistrale in Management dei Beni Culturali gli studenti che abbiano il possesso di una laurea triennale appartenente ad altre classi di laurea che abbiano acquisito almeno 60 CFU all’interno dei settori scientifico - disciplinari indicati nell’Allegato C del Regolamento didattico del Corso di studio.
In mancanza dei requisiti curricolari sopra indicati, è possibile recuperare fino ad un massimo di 18 CFU.
L'ammissione al corso di laurea magistrale è subordinata a una valutazione preliminare di una commissione che verificherà il possesso delle conoscenze e competenze richieste e l'adeguatezza della personale preparazione tramite colloquio. La commissione, nominata dal Presidente del Consiglio del corso di studio, fisserà un calendario per lo svolgimento dei colloqui che verrà pubblicato sul sito web istituzionale. Qualora la commissione dovesse ritenere sufficiente il livello delle conoscenze e delle competenze del laureato e adeguata la personale preparazione secondo le modalità previste dal comma successivo, esprimerà un giudizio di idoneità, che consentirà l'iscrizione al corso di laurea magistrale in Management dei Beni Culturali.


c) Adeguata personale preparazione.

L'ammissione al corso di laurea magistrale è subordinata, oltre che al possesso del titolo di studio e dei requisiti curricolari, al superamento di una verifica dell'adeguatezza della personale preparazione che si considera positivamente assolta per gli studenti che abbiano conseguito un voto di laurea non inferiore a 80/110.
Per gli studenti che non raggiungono la suddetta soglia è prevista una prova di verifica della personale preparazione, consistente in un colloquio, da parte di una apposita commissione nominata dal Presidente del Consiglio del corso di studio, finalizzata all'accertamento che il livello delle competenze possedute sia adeguato al corso di studio.
Le modalità di svolgimento del colloquio saranno tempestivamente definite dalla commissione e rese note tramite pubblicazione sul sito web istituzionale.
In caso di esito negativo della verifica, lo studente sarà tenuto a compensare le proprie lacune attraverso le modalità appositamente individuate dalla Commissione.

Consulta la commissione e il calendario per il colloquio idoneativo