Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Sezioni

Requisiti di accesso alla L-15

N.B.
Si consideri che il Corso è ad esaurimento, pertanto non è possibile iscriversi al primo anno, ma soltanto ad anni successivi qualora si provenga da precedenti carriere universitarie.

 

Titolo di studio necessario: diploma di scuola secondaria superiore o altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo, secondo la normativa vigente.

La riforma dei corsi di laurea (DM 270/2004) richiede che le università definiscano peculiari modalità per verificare il grado di preparazione delle matricole e, in caso di carenze, provvedano ad organizzare adeguate attività di recupero. Tale verifica non impedisce o annulla l’immatricolazione, ma serve a porre le premesse per affrontare l’itinerario di studi universitari in modo adeguato. Per preparazione di base si intende una preparazione tale da favorire un più agevole accostamento ai contenuti e ai lessici peculiari dei saperi disciplinari interessati, buone capacità di espressione linguistica, nonché di analisi e sintesi di testi di medio-alta complessità. In tal senso si distinguono:

  • gli studenti in possesso di diploma idoneo, con votazione pari o superiore a 70/100 (o equipollente): la verifica della preparazione di base è data per acquisita;
  • gli studenti in possesso di diploma idoneo, con votazione inferiore a 70/100 (o equipollente): la verifica della preparazione di base consiste in un’attività orientativa di ingresso nella forma, di norma, di un questionario scritto e/o di un colloquio orale. Se l’esito di tale verifica non sarà positivo, lo studente sarà tenuto a soddisfare gli obblighi formativi aggiuntivi nel primo anno di corso. La peculiare natura dell’attività orientativa di ingresso necessita che sia svolta in presenza per tutti gli studenti, anche per quanti si immatricoleranno pure come studenti a distanza.
    L’attività orientativa in ingresso consisterà nella redazione di un elaborato scritto (2 ore di tempo) a partire da un testo (articolo di giornale, saggio, pagina di un volume, ecc.) che affronta una tematica di cultura generale.
    La valutazione dell’elaborato verterà sui seguenti aspetti:

- comprensione del testo proposto;
- interpretazione e analisi critica del testo proposto;
- proprietà linguistico-lessicale dell’elaborato;
- originalità dello sviluppo concettuale dell’elaborato;
- coerenza argomentativa dell’elaborato.

Si ricorda che sono esonerati dagli obblighi suddetti anche coloro che:

a) provengono da qualsivoglia altro corso di laurea di qualunque ateneo italiano o estero;
b) hanno già conseguito un titolo di studio di livello universitario.


Prosegui a:

Presentazione del corso
Piano di Studi
Valutazione e riconoscimento carriere pregresse

Tutorato