Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Sezioni
Home Didattica Offerta didattica Ex facoltà di Beni Culturali A.A. fino al 2012/2013 ex Fac Beni Culturali A.A. 2012/2013 Laurea magistrale LM-89 Management dei beni culturali

Laurea magistrale LM-89 Management dei beni culturali

Laurea magistrale cl. LM-89 in Management dei beni culturali

Ordinamento 2008

Classe di appartenenza: Storia dell'arte LM-89

 

Delibera del Consiglio delle classi unificate L-1/LM-89 del 15.10.14 sui laboratori disattivati a partire dalla.a.2014/15:

Laboratori disattivati cl. LM-89 ord. 2008 Management dei beni culturali: modalità di recupero

  • Laboratorio di sistemi informativi territoriali per i beni culturali L-ANT/08 - 3 CFU;
  • Laboratorio avanzato di informatica per i beni culturali ING-INF/05 - 3 CFU;
  • Conoscenza di lingua inglese avanzata L-LIN/12 - 3 CFU;
  • Conoscenza di lingua straniera francese avanzata L-LIN/04 - 3 CFU.

 

Gli studenti in debito dei suddetti laboratori dovranno concordare un programma ad hoc con il docente titolare del settore scientifico disciplinare o affine dell’a.a. in corso.

 


Obiettivi formativi

Il corso di laurea in Management dei beni culturali, riformato nell’anno accademico 2008/09, si propone di formare laureati che, sviluppando quanto previsto nel triennio, dispongano delle competenze scientifiche e tecniche e delle abilità professionali necessarie per la gestione integrata dei beni e degli istituti culturali (musei, archivi, parchi archeologici e altri istituti e luoghi della cultura) in funzione della implementazione di efficaci ed efficienti politiche per la valorizzazione sociale ed economica e per la conservazione preventiva e programmata del patrimonio a scala urbanistica e in via di ordinaria amministrazione.

A tale scopo il corso di laurea intende avvalersi degli spazi di autonomia riconosciuti all’Università, per conseguire un equilibrio funzionale tra i saperi storico-teorici e quelli applicati, superando la rigidità degli approcci didattici tradizionali e l’impermeabilità tra discipline usualmente collocate in uno spazio puramente teorico speculativo e discipline tecnico-scientifiche, onde fornire agli studenti:- una buona formazione di base e un adeguato spettro di conoscenze in ordine alla storia e all’arte delle età antica, medievale, moderna e contemporanea, agli statuti e ai metodi delle discipline storiografiche, alla storia degli istituti culturali, alla storia e agli esiti delle tecniche per la conoscenza, la conservazione e la valorizzazione sociale ed economica del patrimonio culturale nelle sue varie componenti (patrimonio archeologico; archivistico e librario; storico-artistico; demo-etnoantropologico; del paesaggio e dell’ambiente);- adeguate conoscenze relativamente alla legislazione, all’ordinamento amministrativo e alla gestione manageriale dei beni culturali; buona padronanza scritta e orale di due lingue dell’Unione Europea oltre all’italiano;- capacità di utilizzare i principali strumenti informatici e telematici negli ambiti di competenza.

Profili professionali

Si progetta di formare una figura in grado di svolgere funzioni di elevata responsabilità sia negli uffici amministrativi che negli istituti culturali dello Stato, delle regioni e degli Enti locali, con particolare riguardo a musei, biblioteche, archivi, cineteche e parchi d’interesse culturale, nonché presso aziende commerciali e non profit attive nei settori della conservazione, valorizzazione e gestione dei beni culturali.Il Corso di studio provvede ad organizzare laboratori, stages e tirocini presso aziende ed enti pubblici e privati, per concorrere al conseguimento dei crediti richiesti per le “altre attività formative” e per gli specifici obiettivi formativi occorrenti per il previsto profilo professionale.  Requisiti per l'ammissione

ATTENZIONE:

Il 07 novembre 2012 il Consiglio del Dipartimento di Scienze della formazione, dei beni culturali e del turismo, su proposta del Consiglio della Classe Unificata L-1 Classe delle lauree in Beni culturali e LM-89 Classe delle lauree magistrali in Storia dell'arte del 31 ottobre 2012, ha modificato l'art.10 Requisiti e criteri di ammissione ai corsi di laurea magistrale e l'allegato C al Regolamento della Classe Unificata L-1 Classe delle lauree in Beni culturali e LM-89 Classe delle lauree magistrali in Storia dell'arte, relativi ai criteri di ammissioni al corso di laurea magistrale LM-89. Emanato con Decreto Rettorale n. 641 del 26.11.2012.

 

La commissione per la verifica dei requisiti di ammissione per l'a.a. 2012/13 è così composta:

Prof. Federico Valacchi - Presidente

Prof. Massimo Montella

Prof.ssa Sabina Pavone

Prof.ssa Francesca Coltrinari

Prof. Andrea Fantin

Prof. Umberto Moscatelli

Il calendario per il colloquio idoneativo, fissato dalla commissione per l'a.a. 2012/13, è il seguente:

  • 12 dicembre 2012 alle ore 16.00
  • 23 gennaio 2013 alle ore 16.00
  • 24 aprile 2013 alle ore 16.00
  • 22 maggio 2013 alle ore 16.00

 

Prova finale

Per essere ammessi alla prova finale, consistente nella stesura di una tesi scritta con adeguato apparato bibliografico o altro lavoro di ricerca, gli studenti dovranno dimostrare di conoscere una seconda lingua dell'Unione Europea.
Al compimento degli studi, con l'acquisizione dei 300 crediti previsti, viene conseguita la Laurea Magistrale in Storia dell'Arte - Corso di studio in Management dei Beni Culturali (Classe LM89).

Durata del Corso

Il Corso di studio dura due anni e per laurearsi occorre avere raggiunto un totale di 120 crediti (di norma 60 per anno).

Consulta:

 

I seguenti docenti sono a disposizione di tutti gli studenti per attività di orientamento nei corsi di laurea triennale L-1 Conservazione e gestione dei beni culturali e magistrale LM-89 Management dei beni culturali:

 

Gli studenti possono prendere appuntamento via mail con i docenti o recarsi da loro direttamente nelle ore di ricevimento, per consultare gli indirizzi mail e gli orari si vedano le rispettive schede docenti nel portale d'ateneo.