Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Sezioni
Home Italiano Organizzazione della didattica Stages / Tirocini Triennali e magistrali Archivio Documenti [L-19/LM-85 - Tirocinio] FAQ - Frequently Asked Questions

[L-19/LM-85 - Tirocinio] FAQ - Frequently Asked Questions

IN GENERALE

  • Dove posso reperire informazioni dettagliate sul tirocinio?

Il percorso per accedere alle info e alla modulistica corrispondente è il seguente: http://sfbct.unimc.it/it > DIDATTICA > MENU A SINISTRA “ORGANIZZAZIONE DELLA DIDATTICA” > Stages/Tirocini > Stages/Tirocini Corsi di laurea triennale e magistrale.
Ciò nondimeno, tutte le info (regolamento generale delle attività di tirocinio/stage; consultazione dei docenti/tutor; elenco degli enti convenzionati; indicazioni operative per attivare, svolgere e concludere il tirocinio; riconoscimento di CFU per attività lavorativa, formativa o servizio civile), si trovano qui: http://sfbct.unimc.it/it/didattica/organizzazione-della-didattica/stages-tirocini/triennali-e-magistrali/info-generali

  • L’attività di tirocinio svolta o riconosciuta deve essere registrata nel libretto cartaceo dello studente?

No.

ENTI e CONVENZIONI

  • Che cosa devo fare se voglio svolgere il tirocinio presso un ente che non risulta presente tra gli enti già convenzionati?

È necessario che l’ente prescelto sia convenzionato con l’Ateneo. A questo proposito l’ente interessato ha a disposizione una pagina informativa e una modulistica ad hoc, reperibile presso questa url: http://adoss.unimc.it/it/stage/stage-curriculari/enti-aziende

  • Per attivare una nuova convenzione devo rivolgermi al Responsabile didattico-organizzativo per le attività di tirocinio del mio corso di studio e/o al Docente/Tutor?

No. Il contatto tra l’ente e l’Ateneo può avvenire su iniziativa dello studente, ma l’ente interessato deve interagire direttamente con la pagina web indicata al punto 2 e rivolgersi all’ufficio lì indicato (Ufficio Offerta formativa e Stage).

  • La modulistica relativa all’attivazione di una nuova convenzione va consegnata al Responsabile didattico-organizzativo per le attività di tirocinio del mio corso di studio e/o al Docente/Tutor?

No. Va consegnata all’Ufficio Offerta formativa e Stage dell’Ateneo:

ADOSS /Ufficio Offerta formativa e Stage
Via Don Minzoni, 17
62100 Macerata
Tel. 0733 258.6046 – Fax 0733 258.6056
E.mail: stage@unimc.it – Web: http://adoss.unimc.it

N.B.: in caso di tirocinio/stage presso una PUBBLICA AMMINISTRAZIONE la convenzione deve essere sottoscritta con firma digitale del rappresentante legale dell’ente, pena la nullità dell’atto, e trasmessa con PEC all’indirizzo: ateneo@pec.unimc.it

  • Posso farmi promotore dell’attivazione di una convenzione con qualsiasi ente?

No. Come stabilito all’art. 5, comma 1, del Regolamento generale delle attività di tirocinio/stage (http://sfbct.unimc.it/it/didattica/organizzazione-della-didattica/stages-tirocini/triennali-e-magistrali/all3RegolamentoTirociniCdD090914.pdf), “Lo  svolgimento  delle  attività  di  tirocinio/stage  deve  essere  coerente  con  gli  obiettivi formativi dei corsi di studio”. Pertanto l’ente prescelto deve svolgere attività coerenti con tali obiettivi, consultabili qui: http://www.unimc.it/it/qualita/didattica > sezione SUA.

QUANDO SVOLGERE IL TIROCINIO

  • È possibile anticipare il tirocinio rispetto a quanto indicato nel piano di studio di SEF (laurea triennale)/SPED (laurea magistrale)?

Come recita l’articolo 4, comma 3, del Regolamento generale delle attività di tirocinio/stage (http://sfbct.unimc.it/it/didattica/organizzazione-della-didattica/stages-tirocini/triennali-e-magistrali/all3RegolamentoTirociniCdD090914.pdf), “Lo svolgimento delle attività di tirocinio/stage da parte degli studenti deve rispettare, di norma, la collocazione prevista nei piani di studio”. In via eccezionale, quindi, si può anticipare il periodo di tirocinio all’anno o agli anni precedenti.

MODIFICA e PROROGA PROGETTO FORMATIVO

  • Qualora sia impossibilitato (per diversi motivi: malattia, infortunio, etc.) a svolgere l’attività di tirocinio nei tempi previsti e debba quindi interromperla per effettuarla in un altro periodo (extra-progetto formativo), che cosa devo fare?

Lo studente è tenuto a comunicare la sua problematica all’Ufficio Offerta formativa e Stage e a servirsi dell’apposita Modulistica per modifica e proroga del progetto formativo: http://adoss.unimc.it/it/stage/stage-curriculari/studenti/modulistica-curriculari/sfbct, affinché sia in regola con la sua copertura assicurativa.

RICONOSCIMENTO CFU TIROCINIO

  • È possibile farsi riconoscere il tirocinio (per intero) a fronte di un Servizio Civile non ancora concluso?

Sì, purché le ore di Servizio Civile effettuate siano superiori a quelle previste per il tirocinio di SEF (300 ore) o di SPED (250 ore) e risultino dalla documentazione inoltrata ai fini del riconoscimento stesso.

  • Qualunque attività lavorativa, formativa o di Servizio Civile è valida ai fini del riconoscimento parziale/totale dei CFU previsti per il tirocinio?

No. Come recita l’art. 8 del Regolamento generale delle attività di tirocinio/stage (http://sfbct.unimc.it/it/didattica/organizzazione-della-didattica/stages-tirocini/triennali-e-magistrali/all3RegolamentoTirociniCdD090914.pdf), tali attività devono essere congruenti con gli obiettivi formativi dei corsi di studio.

  • È possibile fare richiesta per il riconoscimento parziale/totale dei CFU previsti per il tirocinio a fronte di un’attività di volontariato?

Sì, purché coerente con gli obiettivi formativi del corso di studio e purché le ore di Volontariato effettuate siano superiori a quelle previste per il tirocinio di SEF (300 ore) o di SPED (250 ore) e risultino dalla documentazione inoltrata ai fini del riconoscimento stesso. Inoltre, è necessario che lo studente alleghi alla documentazione (dichiarazione dell’ente, monte ore certificato dall’ente) anche una relazione scritta e firmata in originale sull’attività svolta.

  • Ai fini del riconoscimento parziale/totale dei CFU previsti per il tirocinio, quale differenza esiste tra le attività lavorative/di Servizio Civile/di volontariato riconoscibili per SEF e quelle per SPED?

Stante il differenziale di livello degli obiettivi formativi dei due corsi di studio, è preferibile che le attività riconoscibili per SPED contemplino la progettazione/gestione di servizi educativi, differentemente dal semplice impiego in attività educative/formative. Ovviamente, se lo studente lavora come insegnante (almeno con contratto annuale) o educatore, si presuppone che partecipi attivamente alla progettazione/gestione di servizi educativi, quindi la sua attività potrà essere riconosciuta di default. Altrimenti, occorre che tale progettazione/gestione risulti dalla documentazione inoltrata per il riconoscimento stesso.

  • Le attività formative possono dar luogo al riconoscimento di CFU per il tirocinio?

Sì, ma solo per il riconoscimento parziale, fino ad un max. di 2 CFU.

  • Ai fini del riconoscimento parziale/totale dei CFU previsti per il tirocinio, le attività lavorative/formative/di Servizio Civile riconoscibili devono essere svolte in concomitanza con l’iscrizione a SEF/SPED?

Come recita l’articolo 8, comma 4, del Regolamento generale delle attività di tirocinio/stage (http://sfbct.unimc.it/it/didattica/organizzazione-della-didattica/stages-tirocini/triennali-e-magistrali/all3RegolamentoTirociniCdD090914.pdf), “Le  attività  lavorative  di  cui  si  chiede  il  riconoscimento  o  attribuzione  parziale  di  CFU devono  riferirsi  preferibilmente  all’anno  accademico  per  il  quale  è  previsto  lo svolgimento dell’attività di tirocinio da convalidare”.

Come recita l’articolo 8, comma 5, del suddetto Regolamento, per quanto riguarda il Servizio Civile, questo ha da essere “svolto  in  un  periodo  di  tempo  che,  di  norma,  deve  essere  almeno  in  parte contemporaneo agli anni di iscrizione”.

Come recita l’articolo 8, comma 6, del suddetto Regolamento, la domanda per il riconoscimento delle iniziative formative (come di quelle scientifiche e culturali) deve essere inviata entro e non oltre 30 giorni dalla data di svolgimento dell’iniziativa stessa.

  • Quale documentazione occorre per il riconoscimento parziale/totale di CFU per il tirocinio?

La documentazione richiesta, caso per caso, è indicata nelle note 1 e 2 presenti nel Modulo di richiesta di riconoscimento di CFU (http://sfbct.unimc.it/it/didattica/organizzazione-della-didattica/stages-tirocini/triennali-e-magistrali/riconoscimento-stage-tirocinio). In particolare, si fa presente che dalla documentazione prevista per le attività lavorative/di Servizio Civile deve essere evincibile anche l’ammontare delle ore svolte.

  • A chi va inoltrata la documentazione per il riconoscimento parziale/totale di CFU per il tirocinio?

Al Responsabile didattico/organizzativo per le attività di tirocinio di SEF/SPED, presso Università di Macerata, Dipartimento di Scienze della formazione, dei beni culturali e del turismo, P.le Luigi Bertelli, Contrada Vallebona, 62100 – Macerata, esclusivamente via posta (non per e-mail).

  • Qualora abbia effettuato delle ore di tirocinio in eccedenza rispetto alle 300 previste per SEF o alle 250 previste per SPED, posso sfruttare queste ore in eccedenza per avanzare una richiesta di riconoscimento di “CFU a scelta dello studente” contemplati dal piano di studio?

No.